Ritratti a matita colorata

Intraprendi un vibrante viaggio nell’arte con la nostra esclusiva collezione di libri, progettata per affinare le tue abilità di disegno e colorazione. Questa serie unica, con illustrazioni che utilizzano i segreti dell’illuminazione dei grandi maestri classici, ti invita in un universo di illustrazione creativa, offrendo una nuova prospettiva sull’espressione artistica. Scopri come padroneggiare l’interazione di tonalità e trame con le matite colorate e come sottili giochi di luci e ombre possono dare vita a immagini accattivanti. Mentre ti immergi nell’esplorazione del volume e delle sfumature, troverai una preziosa opportunità per lucidare e perfezionare il tuo stile artistico, portando la tua arte ad altezze inesplorate. Parti per questa avventura e libera tutto il potenziale della tua creatività.

Questo non è un libro per ottenere opere finali né è un manuale di tecniche artistiche passo dopo passo, per questo esistono già altri libri straordinari, questo libro è una raccolta di 60 esercizi per imparare, da un lavoro già risolto e affidandosi alle griselle, a vedere e usare colori, trame, I valori… con esercizi divertenti e coinvolgenti. È un altro modo di approcciarsi, attraverso l’esperienza e disegnando fin dal primo momento, modelli appositamente realizzati per facilitare l’apprendimento.

Grandi artisti come Pablo Picasso, Vincent van Gogh, Michelangelo, Leonardo da Vinci e Dalí, ad esempio, hanno imparato copiando opere d’arte di Velázquez, Goya, Cézanne… Copiare l’arte è un altro modo per imparare e molto stimolante.

Materiali consigliati

Esistono due tipi di matite colorate, le matite grasse e le matite magre. I primi usano cere o oli come leganti (“colla”) del pigmento. Questi ultimi utilizzano leganti magri, all’interno di questo gruppo ci sono le matite acquerellabili che utilizzano gomma arabica idrosolubile.
I colori oleosi possono essere diluiti con oli o solventi. I colori ad acquerello sono solubili in acqua.
In alcuni esercizi del libro potresti essere interessato a sperimentare di diluire un po’ qualche area, non troppo perché la carta non è molto resistente. Puoi diluire con un batuffolo di cotone umido o una spazzola e asciugare subito.
Se dovessi sciogliere un colore grasso con l’olio come frullatore, macchieresti la carta sul retro perché sbava e non si secca. Ecco perché consigliamo magro (acquerellabile) invece di grasso.
In ogni caso, puoi realizzare i disegni senza diluirli affatto e con qualsiasi tipo di matita. Puoi anche usare i disegni come modello e realizzarli su una carta da acquerello separata.

Quindi, anche se consigliamo le matite acquerellabili per non penetrare nella carta se hai intenzione di diluire un tono per scopi espressivi, puoi usare qualsiasi tipo di matita se non prevedi di diluirla.

Tavolozza

La maggior parte delle illustrazioni che troverai qui utilizza la tavolozza limitata di Zorm: giallo ocra, vermiglio o rosso cadmio, nero avorio e il bianco della carta. Occasionalmente, incorporiamo il blu indaco e altre tonalità per offrirti una gamma più ampia. Questa tavolozza non solo semplifica la scelta dei colori, ma ti invita anche ad approfondire la relazione tra loro e scoprire il loro potenziale.